Comunicato Stampa GG

Un comunicato stampa che ha avuto un notevole battage sui media ticinesi…

Essendo, forse, gli unici veri portavoce di una realtà giovanile che esiste, che respira, che vive nel quotidiano della realtà ticinese, ci siamo sentiti presi in causa dopo la trasmissione Matrioska di TeleTicino in data 24 u.s..

I vari presidenti di partito hanno parlato di programmi attingendo a un dizionario che reputiamo “meta-politico” e assolutamente privo di progettualità, arroccandosi sulle passate problematiche, sulla crisi di Governo, sulle solite e sistematiche questioni che riemergono puntualmente a ogni fine-inizio legislatura (vedi inceneritore, Fiscogate, e il recente Asfaltopoli),  che hanno stravolto la coesione che da sempre caratterizza il nostro Cantone e che, in fondo, non risolvono i veri problemi che toccano l’elettore. Non sentiamo uno spirito di crescita e di desiderio di benessere
comune, di un vero e proprio voler voltare pagina e creare una nuova classe politica rinnovata sia nello spirito e sia nell’ambizione di voler far meglio.

Generazione Giovani si schiera a favore del Cantone dimenticato e si allontana dalla demagogia spiccia che emerge in queste avvisaglie di campagna elettorale.

GG vuole rappresentare coloro che si sentono ai margini di una società, proponendo soluzioni concrete, vicine alla gente e che si riassumono in piccoli ma precisi passi che creano uno Stato in grado non solo di capire le difficoltà, ma di prevenirle. Disoccupazione, violenza giovanile, socialità e crisi economica sono questioni delicate, che pretendono un lavoro politico serio e analitico che non può prescindere da lotte intestine e da interessi personali, ma che richiede una costanza, un confronto aperto con il Popolo e il sostegno di un Ticino che sa fare scelte giuste.

Vogliamo favorire l’imprenditorialità giovanile, promuovere le misure di contenimento della disoccupazione e della riqualifica professionale, sostenere economicamente le neo-famiglie in difficoltà, incentivare la protezione ambientale e impegnarci nelle azioni mirate all’integrazione (ad esempio rivalutando il volontariato).

Ci sentiamo direttamente coinvolti, inoltre, nelle problematiche che riguardano la formazione scolastica: su questo fronte ci prenderemo l’impegno di rivalutare e ricollocare ai vertici della graduatoria svizzera il nostro sistema scolastico sia in termini qualitativi, sia in termini di possibilità di sbocchi professionali.

Le giovani idee crescono. Generazione Giovani.